Il trattamento in camicia in biblioteca: cos’è?

Il trattamento in camicia richiama solitamente una attività di ambito archivistico: viene definita camicia, infatti un “foglio di carta o di cartoncino, contenente documenti archivistici. Normalmente le camicie condizionano i fascicoli e gli eventuali sottofascicoli; sulle camicie possono essere indicati l’oggetto, la cronologia, la classificazione o la segnatura della unità archivistica e più raramente l’elenco degli atti contenuti”1 Un uso …

View Post

L’archivistica e il suo linguaggio. Cos’è l’inventario d’archivio?

Continuiamo la nostra serie di approfondimenti sul linguaggio degli archivi e dell’archivistica. Stavolta ci occupiamo dell’inventario. I documenti hanno destini diversi da quando nascono a quando diventano storici. Alcuni non diventano nemmeno storici, semplicemente una volta svolta la loro funzione vengono eliminati. Per ciascuna fase del loro ciclo di vita, corrente, di deposito, o storica, gli archivi hanno modalità di gestione …

View Post

Archivi storici: sono sempre consultabili?

Nel corso di una ricerca in archivio, consultando un inventario è probabile che si trovi la dicitura “Non consultabile” in corrispondenza di una o più serie in esso descritte. Infatti sebbene i documenti conservati negli archivi di Stato, negli archivi storici delle regioni, nonché di ogni altro ente o istituto pubblico siano liberamente consultabili1, esistono una serie di limitazioni a …

View Post

L’archivistica e il suo linguaggio. Cos’è un’unità di conservazione?

Inauguriamo con questo contributo una serie dedicata alla conoscenza del linguaggio tecnico archivistico. Come tutti i domini, infatti, anche l’archivistica utilizza un proprio linguaggio e declina alcuni termini con un significato peculiare. Ovviamente ciò è funzionale alle comunicazione fra gli addetti del settore, ma a volte questo stesso linguaggio rappresenta un ostacolo alla relazione con l’esterno: nei rapporti con i soggetti produttori degli …

View Post

Records manager? Business analyst? Archivist!

Il 18 giugno 2019 si è svolto a Roma presso l’Archivio centrale dello Stato il seminario, organizzato dall’ANAI – Sezione Lazio e con il coordinamento scientifico del prof. Giovanni Michetti, dal titolo: “Provocazioni su un mondo che cambia. L’archivista una figura da declinare”.1   Riportiamo qui il talk di Francesca Blasetti, dal titolo: “Records manager? Business analyst? Archivist!”   Il …

View Post

Archivi e muffe: come prevenirle?

L’ambiente in cui un archivio è collocato è di fondamentale importanza per la sua conservazione.  La collocazione della documentazione in locali inadeguati a ospitarla la espone ad una serie di rischi: uno dei più frequenti è il danneggiamento delle carte a causa dell’umidità presente negli ambienti, che nei casi più gravi non possono essere recuperate. Abbiamo già raccontato cosa fare in caso …

View Post

Cos’è e a cosa serve il Massimario di selezione e scarto?

Tutti i documenti che una Organizzazione produce e acquisisce nell’esercizio delle sue funzioni meritano di essere conservati per sempre? No, perché non tutti i documenti hanno il medesimo valore dal punto di vista giuridico-probatorio, amministrativo-gestionale e storico-culturale per l’Organizzazione che li ha prodotti. Alcuni documenti, infatti, sono un utile supporto nell’immediato svolgimento di una attività, ma esaurito questo scopo non servono più. Altri, …

View Post

I metadati: cosa sono?

Il passaggio alla produzione documentaria digitale ha imposto l’adozione di specifici strumenti e la soddisfazione di requisiti necessari per governare la formazione, la gestione, la tenuta e la conservazione dei documenti. Fra di essi molto importante è l’utilizzo dei cosiddetti metadati, termine in uso nel linguaggio informatico per definire un insieme di informazioni sui dati. Essi sono spesso definiti anche …

View Post

Il valore degli archivi è misurabile?

Siamo abituati ad attribuire alle centinaia di migliaia di metri lineari di documenti conservati negli archivi pubblici italiani un valore essenzialmente culturale. Questa percezione non è errata – è indiscutibile il valore culturale di un archivio, – ma incompleta: da diversi anni ad essi è stato attribuito anche un valore più prosaico. Infatti, con l’emanazione del decreto legislativo n. 279/19971 …

View Post